Blog articoli

“RICORDATI… CHE DEVI MORIRE” – PASSAGGIO GENERAZIONALE, CHE FARE?

Era il 1985, avevo dodici anni me lo ricordo bene, un simpatico Savonarola ricordava a uno strepitoso Troisi questa verità che spesso, anche per scaramanzia, noi italiani tendiamo per così dire, a dimenticare.

Il film era “Non ci resta che piangere” e con Troisi a farci ridere c’era uno splendido Benigni. La storia era ambientata nel 1400, “quasi millecinque…” per riprendere un’altra battuta del film.

La battuta che dà il titolo a queste righe era attuale nel 1400, attuale nel 1985 e attualissima anche oggi.

 

Eh sì perché vedi anche tu, come tutti noi, morirai.

Si hai letto bene, morirai anche tu, non è un’irriverenza, ma una verità.

 

I latini, e noi italiani in particolare, abbiamo una forte avversione a parlare di morte specie se si tratta della nostra.

Nel mondo anglosassone è consuetudine riflettere e discutere del “dopo”.

Ora è comprensibile che non si provi piacere ad immaginare la nostra morte e al futuro senza di noi, ma nascondere la testa sotto la sabbia non cambia e non cambierà questa realtà.

 

Se succedesse domani avresti già predisposto tutto?

 

  • La tua famiglia sarebbe protetta?
  • I tuoi cari avrebbero motivi per litigare?
  • Che impatto avrebbe il fisco sul tuo patrimonio?
  • Hai qualcosa da tutelare a cui non hai ancora provveduto?
  • La tua azienda potrebbe proseguire tranquillamente?
  • Devo andare avanti?

 

Gli impatti di una partenza imprevista e non programmata sono devastanti se non vengono governati prima.

Rimandare una riflessione profonda, accurata e globale sul nostro “passaggio a miglior vita” espone a innumerevoli rischi il tuo patrimonio, la tua azienda e soprattutto la tua famiglia.

E’ un rischio che puoi permetterti di correre?

Pensa alle conseguenze da una tua mancanza nella gestione del dopo di te.

Forse i tuoi non sanno proprio tutto su come hai architettato il tuo patrimonio.

Magari non sono in grado di gestirlo da soli, e soprattutto bene come hai fatto tu.

Sei certo che in breve tempo quello che tu hai costruito con fatica, risparmio e sacrificio non verrà polverizzato?

 

Equilibrio

Se hai dovuto aiutare qualcuno dei tuoi figli più degl’altri o hai valorizzato le qualità di qualcuno rispetto ad altri, questo potrebbe aver già creato o potrebbe creare dopo di te fratture, che facilmente potrebbero sfociare in vere e proprie faide.

Pensa che beffa sarebbe se i litigi per spartirsi il patrimonio, che di per se è una fortuna, spaccassero irrimediabilmente i legami della tua famiglia!

Rifletti un attimo e immagina se i tuoi cari anziché unirsi nel dolore per la tua assenza si scannassero per dividersi quello che fondamentalmente è già loro!

Questo sì sarebbe un vero un fallimento!

 

Nel corso della mia carriera ho purtroppo visto accadere le cose peggiori, proprio in occasione della morte di qualche cliente.

Famiglie prima unite implose in un attimo per dividere cose futili, piccolezze, sciocchezze di poco valore.

Purtroppo quasi sempre nuore o generi un po’ “particolari” hanno diviso irrimediabilmente fratelli da sempre uniti.

Sono storie che sicuramente anche tu avrai visto o forse vissuto in prima persona, purtroppo sono episodi che capitano in tutte le famiglie, nessuna esclusa.

 

A volte i patrimoni sono ricchezze costruite da più attori, fortune passate di mano, costruite incrementate e rese importanti dal sacrificio e dal lavoro di più generazioni. Sono le persone che ti hanno preceduto, papà nonni e così via.

Tu hai la responsabilità di non deludere queste persone e non rendere vano il loro sacrificio per una tua negligenza

Ricevere un’eredità è una fortuna, un ultimo atto d’amore, il passaggio del testimone, una storia che prosegue un cammino che continua.

 

Tu ora hai ancora il timone tra le mani e puoi impedire che la nave della tua famiglia naufraghi su uno scoglio che purtroppo sai essere sotto il pelo dell’acqua e che prima o poi non potrai evitare.

Solamente un tuo intervento oggi può evitare lo sperpero del patrimonio domani.

Solo tu oggi puoi sapere come sarà meglio gestire quello che hai creato domani.

Tu e solo tu può sapere se ci sono situazioni da “compensare”.

 

Prudenza

Rifletti un minuto, hai qualcuno da tutelare?

Hai qualche situazione da chiudere?

Devi riequilibrare qualche scelta passata?

 

Se ora prendi la situazione in mano, ci rifletti e progetti il tuo passaggio generazionale puoi evitare che qualcuno possa avere qualcosa da dire poi.

La responsabilità sarà ancora una volta tua ed eviterai che qualcuno dei tuoi cari possa avercela con qualcunaltro per le tue scelte, perché queste le avrai già equilibrate tu.

Regala subito la serenità alla tua famiglia perché dopo sarà tardi, non ho ancora visto nessuno tornare per sistemare i sospesi.

Concentrati un attimo… c’è qualcuno che devi tutelare più degli altri?

Questo è un aspetto delicato che spesso richiede una riflessione più profonda, e dedicata.

La tutela di chi ha più bisogno, specie se non in grado di farlo da solo, richiede a volte scelte non convenzionali.

Esistono strumenti e veicoli finanziari fatti apposta per queste situazioni!

Li conosci?

Ne hai mai parlato con il tuo consulente?

Avete mai preso in considerazione questi aspetti?

 

Impatto Fiscale

Sai quale sarebbe l’impatto del fisco sul tuo patrimonio, se domani mattina non fossi più tra noi?

Conosci la consistenza globale del tuo patrimonio destinato al passaggio generazionale?

Sei consapevole di quali sarebbero le conseguenze fiscali sui tuoi cari?

 

Queste sono domande a cui devi essere in grado di rispondere se vuoi gestire correttamente il tuo patrimonio.

Questi aspetti sono determinanti quanto una scelta di strategia, quanto una decisione d’investimento.

A volte una corretta ottimizzazione fiscale dell’architettura dei beni rende in termini di risparmio sulla tassazione molto di più che un investimento azzeccato.

 

Azienda

Parliamo per un minuto della tua azienda…


Lo sai che solo il 50% delle PMI in Italia arriva alla seconda generazione?

E lo sai che solo il 15% di queste arriva alla terza generazione?


Te lo illustro in altri termini… L’85% dell PMI italiane non arriva alla terza generazione.

Vale la pena allora riflettere anche sulla tua azienda, perché anche questa fa parte del tuo patrimonio e anche per questa esistono molti strumenti con caratteristiche diverse, che ti permettono di passare il testimone in maniera efficiente assicurando il controllo della situazione e la continuità aziendale.

Pensa ai visi di chi lavora per te e alle loro famiglie… è una responsabilità che non puoi non affrontare!

Conosci i principali strumenti per gestire il passaggio del testimone?

Sono tanti e diversi e ognuno di essi ottimizza e privilegia alcuni aspetti favorendo la risoluzione di diverse problematiche che si possono presentare.

Padroneggiare questi strumenti, quantomeno conoscerli, diventa prioritario quando si tratta di architettare e governare il patrimonio familiare.

Tu direttamente puoi valutare quello che meglio si adatta alla tua situazione o puoi avvalerti dei migliori consulenti per stabilire qual è la soluzione migliore alle tue esigenze.

 

Strumenti Di Pianificazione Del Passaggio Generazionale

Ti elenco di seguito i principali strumenti di pianificazione e protezione patrimoniale:

  • Testamento
  • Polizze Assicurative
  • Società Fiduciarie
  • Patti di Famiglia
  • Fondo Patrimoniale
  • Donazioni
  • Investimenti in beni non soggetti all’imposta sulle successioni e donazioni
  • Trust
  • Holding di famiglia
  • Fondazioni

Ne esistono altri più specifici con finalità ben precise, ma questi sono quelli generalmente più utilizzati nella consulenza private.

Attraverso questi strumenti potrai continuare a gestire il tuo patrimonio come hai sempre fatto, ma potrai ottenere diversi scopi utili a conseguire i tuoi obiettivi anche quando non ci sarai più.

 

Benefici

Qualche esempio concreto:

  • Potrai stabilire in anticipo chi saranno i tuoi eredi
  • Ottimizzerai fiscalmente la gestione dei tuoi beni limitando al massimo e in alcuni casi azzerando, l’impatto fiscale.
  • Sarai in grado di allocare a tuo piacimento i beni tra gli eredi, disponendo tu a chi andrà cosa, nel rispetto delle quote e dei valori.
  • Assicurerai la continuità dell’azienda e delle società di famiglia.
  • Garantirai la giusta protezione i tuoi cari dai creditori e da eventuali cause civili.
  • Riuscirai a diminuire, se non evitare, i conflitti e la litigiosità tra i famigliari.
  • Eviterai alti prelievi da trasferimenti patrimoniali.
  • Non lascerai debiti alla tua famiglia.
  • Assicurerai a chi ci sarà dopo di te, un adeguato tenore di vita, evitando inutili preoccupazioni.
  • Stabilirai la giusta tutela ai componenti della tua famiglia, specie se non sono in grado di provvedere in autonomia.
  • Riuscirai anche a finanziare qualche tua passione importante.

Ogni strumento che ti ho elencato merita un approfondimento e una trattazione ad hoc perché offre soluzioni diverse a problematiche differenti.

Certo un argomento così vasto non si può esaurire con qualche pagina di blog, ma già solo menzionare le possibilità che vengono offerte dal nostro ordinamento consente l’accensione qualche lampadina di riflessione.

 

Prendo spunto dal messaggio di uno degli orologi più famosi e prestigiosi del mondo:

“Un Patek Philippe non si possiede mai completamente. Semplicemente, si custodisce. E si tramanda”

Ecco, è così che devi pensare al tuo patrimonio.

 

Quindi non esitare vai alla pagina contatti:

 

 CLICCA QUI PER ENTRARE IN CONTATTO DIRETTO CON ME

 

compila il form e fissiamo insieme i termini per approfondire la tua situazione.

 

CLICCA QUI PER ENTRARE IN CONTATTO DIRETTO CON ME

 

P.s. Fallo subito, non esitare come ben sai quando arriva il momento non puoi rimandare, è troppo tardi per pretendere di agire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *